L’Aquila, l’assessore alla Ricostruzione fuori dal Consiglio

Uno degli assessorati più scomodi quello della Ricostruzione, che negli ultimi sette anni ha gestito la fase più complessa del post-sisma, passando dalle macerie e dai puntellamenti ai primi cantieri, al piano di ricostruzione, ai progetti strategici per il futuro della città come i sottoservizi.

A guidarlo è stato dal 2010 Pietro Di Stefano, uno degli assessori di punta della giunta Cialente che – con i 241 voti raccolti – non rientrerà in Consiglio comunale. Qualunque sia il motivo che ha portato a un basso risultato nelle urne per l’ex assessore alla Ricostruzione, la sua esclusione dal consiglio comunale fa discutere.

Di Stefano é il 14esimo nella lista dei candidati del Pd, troppo lontano dagli 8 più votati che andranno a comporre il gruppo consigliare, qualora Americo Di Benedetto dovesse aggiudicarsi il secondo turno. Potrebbe rientrare in Giunta, tuttavia, qualora Di Benedetto fosse eletto sindaco, solo come esterno. Tra le esclusioni eccellenti, oltre a quella di Di Stefano, anche l’assessore al Commercio Pierluigi Mancini, quello dell’Assistenza alla popolazione Fabio Pelini e il consigliere Giuliano Di Nicola.

Resta fuori dall’assise, per la prima volta dopo 15 anni, anche Enrico Perilli di Rifondazione comunista. Bocciato Giorgio De Matteis, cinque anni fa candidato sindaco, mentre per il Pd viene eletto, tra gli altri, Carlo Benedetti, presidente del Consiglio uscente, entra Elia Serpetti, inizialmente indicato tra i primi dei non eletti. Per Articolo Uno Giorgio Spacca supera Guido Iapadre ed è eletto.

Ecco lo scenario in Consiglio comunale se vincesse Di Benedetto al ballottaggio:

MAGGIORANZA

Partito democratico

Emanuela Iorio, Stefano Palumbo, Stefano Albano, Antonio Nardantonio, Emanuela Di Giovambattista, Maurizio Capri, Fabrizio D’Alessandro, Carlo Benedetti.

Il Passo possibile

Paolo Romano, Elia Serpetti, Fabrizio Ciccarelli, Emma Buccini

Movimento democratici e progressisti-Articolo Uno

Giustino Masciocco, Giorgio Spacca

Sicurezza e Lavoro

Angelo Mancini

Cambiamo Insieme

Lelio De Santis

Territorio Collettivo

Luca D’Innocenzo

Abruzzo civico

Sergio Ianni

​Democratici e socialisti

Elisabetta Vicini

Socialisti e popolari

Gianni Padovani

MINORANZA

Pierluigi Biondi

Forza Italia

Roberto Tinari, Guido Liris, Vito Colonna

Fratelli d’Italia-Alleanza nazionale

Alessandro Piccinini, Carla Mannetti

L’Aquila futura

Roberto Santangelo

Noi con Salvini

Emanuele Imprudente, Daniele Ferella

Benvenuto Presente

Daniele D’Angelo

L’Aquila chiama

Carla Cimoroni

Movimento cinque stelle

Fabrizio Righetti

SE VINCE BIONDI
MAGGIORANZA

Forza Italia

Roberto Tinari, Guido Liris, Vito Colonna, Sabrina Di Cosimo, Maria Luisa Ianni, Elisabetta De Blasis, Roberto Junior Silveri

Fratelli d’Italia-Alleanza nazionale

Alessandro Piccinini, Carla Mannetti, Ersilia Lancia

L’Aquila futura

Roberto Santangelo, Luca Rocci

Udc

Raffaele Daniele

Noi con Salvini

Emanuele Imprudente, Daniele Ferella, Luigi Di Luzio, Luigi D’Eramo

Benvenuto Presente

Daniele D’Angelo, Leonardo Scimia

​MINORANZA

Americo Di Benedetto

Partito democratico

Emanuela Iorio, Stefano Palumbo, Stefano Albano, Antonio Nardantonio

Il Passo possibile

Paolo Romano, Fabrizio Ciccarelli

Movimento democratici e progressisti-Articolo Uno

Giustino Masciocco

Cambiamo Insieme

Lelio De Santis

​Democratici e socialisti

Elisabetta Vicini

L’Aquila chiama

Carla Cimoroni

Movimento cinque stelle

Fabrizio Righetti

Sii il primo a commentare su "L’Aquila, l’assessore alla Ricostruzione fuori dal Consiglio"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato


*