L’Aquila, videosorveglianza contro furti e vandalismo

Atti di vandalismo e furti hanno le ore contate. Dopo l’ultima spaccata al ristorante “Il Vicoletto” in via de Gatto, e dopo la denuncia accorata del suo titolare a fare di più per tutelare la sicurezza delle attività commerciali del centro storico.

Quella parte di città che è ancora terra di nessuno, soprattutto nelle ore della movida, si corre per mettere a punto un sistema di controllo e prevenzione più mirato. Sarà pronto entro l’estate, probabilmente, un sistema di videosorveglianza, poche telecamere ma ben posizionate nelle vie più buie ed esposte a vandali e ladri, un impianto da 50mila euro di costo, risorse che arriveranno dall’Usra, l’ufficio speciale per la ricostruzione, come spiegano l’assessore alle Opere pubbliche Maurizio Capri e il comandante della polizia municipale Ernesto Grippo.

Grippo anticipa anche che a partire da settembre, una squadra di 4 vigili urbani perlustrerà le vie del centro storico in borghese, sul modello Padova, anche con due autocivetta e altrettante motocivetta.

L'autore

Marianna Gianforte
Giornalista professionista dal 2009, iscritta all'Albo dell'Ordine dei Giornalisti d'Abruzzo. Dopo la laurea in Culture per la Comunicazione all’Università dell’Aquila, frequenta un master in Giornalismo all'Università di Teramo. Collabora con il quotidiano regionale "Il Centro Spa" e Radio Delta. La scrittura e il giornalismo fanno parte della sua vita, come anche lo sport. Ama la corsa, la bicicletta e la montagna.

Sii il primo a commentare su "L’Aquila, videosorveglianza contro furti e vandalismo"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato


*