Crisi di Governo: a rischio alcuni finanziamenti per il cratere

Le dimissioni del presidente del consiglio Matteo Renzi e la crisi di Governo getta nel caos anche i territori colpiti dai terremoto e coinvolti nella ricostruzione. Renzi chiederà la fiducia sulla legge di bilancio e punta ad arrivare al voto in Aula entro questa sera.

Le dichiarazioni di voto sono già incominciate. Ma il voto di fiducia comporta che il testo da votare sarà quello originario, già approvato alla Camera, senza alcun emendamento. All’interno vi è anche il “maxi emendamento” del governo dentro il quale erano stati inseriti numerosi provvedimenti abruzzesi.

Un rimescolamento che rischia di creare disagi anche alla ricostruzione post-terremoto del 2009. Alcuni provvedimenti potranno essere inseriti e recuperati nel decreto “milleproroghe” che probabilmente verrà approvato entro l fine dell’anno a prescindere dalla caduta del governo e dalla fine anticipata della XVII legislatura.

Il sindaco dell’Aquila, Massimo Cialente è già al lavoro con il vicepresidente della Regione ed ex parlamentare Giovanni Lolli e con la senatrice Stefania Pezzopane.

Il Servizio del Tg8:

Sii il primo a commentare su "Crisi di Governo: a rischio alcuni finanziamenti per il cratere"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato


*